Lievito Madre

Convitto Art Lab | Lievito Madre |Enzo Rullo | 20:24 novembre - copertina

a cura di Enzo Rullo

In passato, nei borghi e nei paesi, la produzione del pane avveniva in ambito domestico. Il lievito madre, utilizzato per la produzione del pane, veniva conservato, gelosamente, da alcune famiglie che lo mantenevano in vita per poi passarlo ad un’altra famiglia che avrebbe dovuto utilizzarlo per fare altro pane. Così la vita non cessava mai, continuava a girare di casa in casa. Oggi, forse, più di ieri, tra le mura domestiche capita che la vita si consumi con la violenza sulle madri/donne artefici della vita. La finalità del laboratorio è quella di sensibilizzare i ragazzi all’amore di tutto quello che ci circonda e al rispetto delle diverse differenze umane e culturali.

Il progetto è rivolto agli alunni della scuola primaria e media del Convitto Nazionale G.Falcone, ai loro genitori e parenti prossimi.

partecipanti: max 20
durata: 15 ore
periodo: 20\24 novembre
incontri: 5

 


Bio

Convitto Art Lab | Lievito Madre |Enzo Rullo | 20/24 novembre - ritrattoVincenzo Rullo (Caulonia 1960) vive e lavora a Bergamo. Insegna arte e immagine presso le scuole medie. Ha frequentato il liceo artistico per diplomarsi successivamente presso l’Accademia di belle Arti di Brera. Ha partecipato alla Biennale d’arte di Venezia “Fluxshot” (Clandestini). È Fondatore dell’Associazione culturale U0V0 e della Cooperativa Sociale “Cuntrascenzia”, con la quale ha realizzato spettacoli di denuncia e partecipato alla Biennale di Architettura di Venezia con il video “Cancellazione”.

 


Annunci